Bilancio negativo per l’inizio del 2018: allarme in diverse regioni italiane

“Si segnala la diffusa carenza di emazie nelle regioni Lazio, Puglia, Campania e Toscana, ma allo stesso tempo l’indisponibilità delle regioni solitamente eccedentarie a compensare e addirittura la carenza presso le regioni Lombardia e Piemonte”: è quanto scrive in una nota il Cns, centro nazionale sangue. “Auspicando una pronta ripresa della raccolta, anche grazie al prezioso contributo attivo e tempestivo delle associazioni dei donatori, rimaniamo a disposizione per eventuali ulteriori iniziative in merito”.

Il Centro Nazionale Sangue (CNS) ha lanciato un appello a tutti i donatori per carenza di sangue. Il comunicato è stato ripreso anche dall’Avis, l’Associazione Volontari Italiani del Sangue. L’emergenza è dovuta ai numerosi casi di influenza che hanno colpito le persone presenti all’interno delle liste dei donatori. 

“L’invito quindi è quello di recarvi a donare nel più vicino centro trasfusionale. E’ possibile donare dopo aver consumato una leggera colazione a base di caffè o thè e pochi biscotti secchi” afferma la Presidente di Avis Andria, Mariagrazia Iannuzzi.

Il Centro Nazionale Sangue si augura una “pronta ripresa della raccolta”, aspetto fondamentale per mantenere un livello di assistenza efficace in tutto il Paese.

in: Salute e Benessere
16 gennaio 2018
di silvia