Autunno è tempo di castagne: 10 motivi per mangiarle assolutamente

Un tempo erano considerate “il pane dei poveri” Adesso sono utilizzate in tanti piatti della nostra cucina, dall’antipasto al dolce. Le migliori castagne made in Italy si trovano in sei zone, dal Piemonte alla Campania.

La castagne sono il frutto dell’albero selvatico Castanea sativa. Hanno forma, dimensione, sapore molto variabili anche se prodotte dallo stesso albero e quindi tutta la gestione del prodotto risulta più complessa. Per marroni, invece, si intendono i prodotti dall’albero coltivato, che hanno caratteristiche più standardizzate, son più pregiati, buoni, costosi.

Tipiche della stagione autunnale, dall’inconfondibile sapore dolce e dotate di interessanti proprietà,  le castagne si rivelano un ottimo alleato del sistema nervoso, aiutano infatti a contrastare ansia e stress ma vengono consigliate anche in caso di anemia. Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sulle castagne, controindicazioni comprese.

Questi frutti sono ricchi poi di minerali e vitamine utili al nostro organismo. Nello specifico, 100 grammi di castagne secche contengono:

  • Potassio (mg): 738
  • Ferro (mg): 1.9
  • Calcio (mg): 56
  • Fosforo (mg): 131
  • Tiamina – B1  (mg): 0.15
  • Riboflavina – B2 (mg): 0.52
  • Niacina – B3 (mg): 2.07

 

1. RICARICANO DI ENERGIA – In quanto composte principalmente da carboidrati, le castagne sono ricche di calorie e per questo il loro consumo non deve superare le tre volte la settimana. Tuttavia, il loro valore energetico le rende ottime per combattere stress e stanchezza e anche contro l’influenza dei periodi invernali, per recuperare le forze, agendo come ricostituente naturale.

2. COMBATTONO L’ANEMIA – Questo frutto autunnale contiene ferro ed è utile per contrastare l’anemia. Inoltre, è ricco di acido folico, una sostanza che aiuta ad evitare alcune malformazioni del feto, motivo per cui le castagne possono essere raccomandate nella dieta per le donne in gravidanza.

3. AIUTANO L’INTESTINO – Il buon apporto di fibre le rende particolarmente adatte contro la stitichezza, in quanto aiutano a regolarizzare l’apparato intestinale. Tuttavia, è meglio evitare di mangiarle crude, perché possono risultare irritanti.

4. MIGLIORANO IL SISTEMA NERVOSO – Le castagne contengono sali minerali importanti, tra i quali il fosforo, in grado di potenziare l’attenzione e la memoria, per cui sono cibi utili per il sistema nervoso e per il suo mantenimento attivo.

5. CONTRASTANO IL COLESTEROLO ALTO – Essendo un alimento di origine vegetale, le castagne sono prive di colesterolo. Questa caratteristica le rende adatte nella dieta per l’ipercolesterolemia, che si basa su alimenti ricchi di fibra vegetale e privi di colesterolo. Oltre a queste importanti proprietà delle castagne, è utile sapere che i golosi frutti non contengono glutine e quindi, pur avendo caratteristiche nutrizionali simili ai cereali, possono essere consumate anche da chi soffre di celiachia. Esistono controindicazioni? Vediamo qualche consiglio da tenere a mente.

in: Alimentazione
10 Ottobre 2019
di silvia