Aumentare la concentrazione mangiando, gli alimenti che aiutano

Ogni cibo della nostra alimentazione è adatto per una buona causa, ogni alimento ha al suo interno determinate caratteristiche che lo rendono ottimale per raggiungere un determinato obiettivo. Ne abbiamo già analizzato tantissimi, ma ce ne sono alcuni che sono adatti per aumentare la concentrazione.

Il desiderio di aumentare la concentrazione è un aspetto importante per chi lavora e per chi studia, per chi deve mettere un livello di attenzione molto elevato in quello che fa, quindi perché non cercare aiuto nell’alimentazione? Se c’è bisogno di un aiuto per la propria salute è sempre meglio trovarlo, se possibile, nei cibi e non nei medicinali, perché questi rispetto ai primi possono rivelarsi dannosi nel tempo.

Gli alimenti che fanno al caso nostro sono: pesce, cioccolato fondente, rosmarino, cereali integrali e acqua.

Apparentemente questi 5 alimenti non hanno nulla di simile, nulla che li accomuna, eppure tutti insieme concorrono per la stessa causa.

Nel dettaglio il pesce è un alimento ricco di vitamina B e Omega 3, due principi attivi che sono molto importanti per il sistema nervoso perché stimolano memoria, concentrazione e apprendimento. Assieme al pesce c’è il cioccolato fondente, già famoso per le sue quasi infinite qualità, contiene al suo interno una dose tale di caffeina che stimola la reattività delle cellule del cervello mantenendolo attivo. Il rosmarino, soprannominato “erba del ricordo”, viene usato come vero e proprio rimedio per dare una “scossa” alla concentrazione e alla memoria (per questo scopo vengono preparati degli infusi). I cereali integrali danno all’organismo un immediato senso di energia e di sazietà, evitando così appesantimento e sonnolenza. Infine l’acqua, apparentemente un alimento, o meglio bevanda innocua, è in realtà fondamentale per il benessere e la salute; proprio per questo è consigliata una dose minima giornaliera, pari a 1.5 l perché l’organismo davanti ad una situazione di disidratazione ha una immediata diminuzione delle capacità cognitive.

in: Conoscere gli ingredienti
14 Ottobre 2014
di silvia