Anche i tappi del vino si riciclano: nasce il progetto “BiancoRossoGreen”

Una raccolta quella dei tappi in sughero, inizia in occasione del Vinitaly 2015 a Verona e che come obiettivo ha la realizzazione di prodotti di vario genere per proporli in vendita, i cui ricavi saranno devoluti ad Ais per sostenere una rete di progetti solidali.

I prodotti che vengono realizzati grazie a questa raccolta di tappi in sughero sono svariati: la produzione di piccoli oggetti di uso comune e, contemporaneamente, scuole d’arte e di design, università e artisti realizzeranno inaugurazioni di mostre con pezzi unici e opere prodotte ad hoc con i tappi raccolti. 

“Il sughero è il materiale deputato per antonomasia ai tappi del vino ed è particolarmente adatto al riciclo, come il vetro delle bottiglie. Moltiplicare le vite del sughero non è solo attenzione per l’ambiente, è anche espressione di una sensibilità sociale connaturata al patrimonio genetico dell’Associazione italiana Sommelier” queste le parole del presidente di Ais, Antonello Maietta “Il progetto Biancorossogreen nasce con la finalità di raccogliere per poi riciclare o riutilizzare il sughero usato per la chiusura delle bottiglie. L’attività vede coinvolti i sommelier (con i corsi e gli eventi), insieme a ristoranti, enoteche ed esercizi commerciali che propongono il servizio del vino.”.

Grazie a questo progetto eco l’associazione è stata menzionata per a Gavi dove ha vinto il premio “La Buona Italia 2016”.

in: Eventi
29 maggio 2016
di silvia