Analisi sui nuggets di pollo, cosa c’è dentro?

Il sapore non è cattivo, grandi e piccoli amanti delle grandi catene di fast food ne vanno matti, da soli o con salse come ketchup e maionese. Vi siete mai posti il problemi di cosa ci sia davvero dentro a queste piccole crocchette? E’ davvero solo pollo come dicono?

Richard De Shazo, presso l’Università di Medicina del Mississipi, ha voluto approfondire la cosa. L’indagine da lui svolta ha dato risultati incredibili, i risultati che in molti temevano.

Le crocchette di pollo sono composte da vero pollo solo in parte, per il 50%; l’altro 50% è invece formato da un mix di parti del pollo, ovvero grasso, vasi sanguigni, nervi, cartilagine e frammenti di ossa. I prodotti restano commestibili, ma diventano così dei “falsi magri”; il pollo è la carne più leggera e con proteine magre che possiamo mangiare, ma non nel caso delle crocchette perchè al loro interno c’è un po’ di tutto.

Ecco quanto afferma il professor de Shazo alla luce di quanto emerso:
Siamo convinti di mangiare carne di pollo, che tutti i medici consigliano come fonte di proteine magre, ma in realtà all’interno dei nuggets dei fast food sono contenuti prodotti molto calorici, che contengono sale e grassi che sono nocivi per la salute (tralasciando il fatto che siano pure fritti). Utilizzare una miscela che contiene solo parzialmente carne di pollo e continuare a chiamarla “pollo” è assolutamente insensato. Inoltre, ingredienti come cartilagine e ossa sono estremamente difficili da digerire per il nostro organismo“.

Questo studio ha fatto tremare le gambe ai colossi fast food, sopratutto americani, che hanno cercato un riparo di fronte a questi risultati rispondendo che la quantità presa in esame era troppo piccola rispetto alla quantità che viene prodotta ogni anno.

Il consiglio quindi spassionato del professor de Shazo è quello di fare attenzione a quello che si mangia, o meglio ancora “mai giudicare un libro dalla copertina”.

in: Alimentazione
19 Novembre 2013
di silvia