All’estero il piatto italiano più richiesto sono gli inventati “Rigatoni with bolognese”

In Italia il sugo alla bolognese non esiste, ma all’estero sembra essere il “piatto italiano” in assoluto più richiesto sulle tavole dei ristoranti.

A distruggere ancora una volta l’idea del Made in Italy e la nostra tradizione è una delle testate giornalistiche più famose d’America, il New York Times che nella sua sezione dedicata alla cucina parla di “Rigatoni with white Bolognese”.

La notizia in un attimo ha fatto il giro del web e in particolare dei social, dove moltissimi utenti italiani resistenti da quelle parti hanno denunciato questo fatto. La notizia ovviamente è arrivata come una bomba anche in Italia dove in tantissimi non si sono risparmiati commenti del tipo “Ma dove l’avete pescata questa pseudo-italian recipe?” – “Vorrei sapere chi distribuisce queste pseudo ricette italiane” – “Eliminate il post, è una offesa alla nostra cucina!”.

A commentare questo “insulto alla nostra cucina” è arrivata anche Coldiretti che in un comunicato stampa ha scritto “All’estero vengono portate in tavola le piu’ bizzarre versioni delle ricette tradizionali del Made in Italy come l’abitudine tedesca di impiegare l’olio di semi nella cotoletta alla milanese, quella olandese di non usare il mascarpone nel tiramisù, fino agli spaghetti alla bolognese che sono del tutto sconosciuti nella città emiliana. Purtroppo non si tratta di un colpo di sole estivo poiché il termine bolognese è uno dei più usurpati nelle cucine e sugli scaffali dei supermercati stranieri con offerte che nulla hanno a che fare con la realtà originale. Ma tra le specialità più “tradite” ci sono anche la tipica caprese servita con formaggio industriale al posto della mozzarella di bufala o del fiordilatte, mentre non mancano i casi di pasta al pesto proposta con mandorle, noci o pistacchi al posto dei pinoli e con il formaggio comune che sostituisce l’immancabile parmigiano reggiano e il pecorino romano. Per non parlare poi della pizza che viene offerta nelle versioni piu’ inimmaginabili, da quella hawaiana con l’ananas a quella di pollo”.

in: Notizie Dal Mondo
24 Agosto 2016
di silvia