Allarme dal Ministero per l’alluminio per gli alimenti “Dannoso per la salute”

L’alluminio presente nelle vaschette metalliche e nei fogli di carta stagnola utilizzati per conservare e cuocere cibi può migrare negli alimenti e “portare a un superamento della dose massima stabilita” con “potenziale rischio per la salute per fasce vulnerabili della popolazione”, in particolare bimbi e donne in gravidanza. A ribadirlo è un documento del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare  (CNSA) pubblicato sul portale del Ministero della Salute.

La dichiarazione arriva dal viceministro della Salute Pierpaolo Sileri intervistato da Max Laudadio per Striscia la notizia “L’Istituto superiore di Sanità ha approfondito la ricerca. Si è scoperto che vengono prodotte concentrazioni di alluminio negli alimenti venuti a contatto, il fenomeno ‘migratorio’ appunto. Bisogna informare la popolazione e quindi sul sito del Ministero saranno presenti indicazioni su come e quando usare questo metallo in cucina”.

Il Ministero della Salute ha realizzato una campagna informativa per chiarire alla popolazione che l’allumio in cucina di per sé non è pericoloso ma può creare rischi per la salute se non viene utilizzato in modo corretto. Le categorie più a rischio, sottolinea l’Istituto di Sanità sono  anziani, bambini sotto i 3 anni, soggetti con malattie renali e donne in gravidanza.

in: Salute e Benessere
11 Dicembre 2019
di silvia