Allarme dal ministero della salute, rischio chimico sullo spumante

Un numeroso lotto di oltre 30 mila bottiglie della cantina Eugenei è stato ritirato dal mercato dopo che il Ministero Della Salute ha diramato un allarme per “concentrazione di anidride solforosa fuori parametro”. A farne le spese sarebbero le bottiglie dello spumante Fior d’Arancio Docg, dopo la segnalazione di un cliente che ha ravvisato stranezze in una bottiglia.

Il richiamo per rischio chimico è stato diramato martedì 8 gennaio e riguarda il lotto numero 26218A delle tre etichette con cui viene venduto il prodotto, formato da circa 30 mila bottiglie.

L’azienda si è subito mossa anche per svolgere alcune analisi sul prodotto incriminato e il direttore Alessio Equisetto ha dichiarato che “gli esami effettuati dalla cantina stessa su un campione di bottiglie di quel lotto non hanno riscontrato niente di anomalo nel campione analizzato”.

La causa di quanto accaduto potrebbe risalire, come spiegato lo stesso Equisetto, alla macchina per miscelare il prodotto durante l’imbottigliamento.

 

in: Salute e Benessere
09 Gennaio 2019
di silvia