Al contadin non far sapere quant’è buono il formaggio con le pere

 

Prima coppia: MANGO E BROCCIU

 Involtini di mango con ravioli al brocciu

Impastare la farina con un pizzico di pepe e sale, 2 cucchiai di olio e 100 ml di acqua fredda. Ottenuto un composto elastico farlo riposare e nel frattempo mescolare il formaggio con una macinata di pepe e la menta tritata. Ora stendere la pasta in una sfoglia spessa mezzo centrimetro e da questa ricavare dei dischi da circa 8cm di diametro. Farcirli al centro con un cucchiaio di ripieno e chiuderli a mezzaluna premendo bene lungo i bordi. Cuocere in forno a 200° per 15 minuti. Stemperare nel frattempo il miele con il succo del limone, unire il resto dell’olio, sale, pepe e cipollotto tritato. Tagliare i manghi a spicchi e condirli con il sugo appena preparato. Infine accompagnare i ravioli con l’insalata di mango.

 

Seconda coppia: PERE E GRANA

 Pere con sfoglie di grana

Lavare le pere, tagliarle a metà orizzontalmente e togliere il torsolo. Mescolare il grana con il pepe e mettere due cucchiai alla volta di questo composto in una padella antiaderente ben calda in modo da cuocere delle piccole cialde. Quando queste sono dorate, girare la padella su un bicchiere rivestito di carta forno in modo che prendano la forma di piccole coppette (questa operazione farla solo per 4 cialde). Bisogna così ottenere 4 coppette e 4 dischi piatti. Infine mettere nei piatti le coppette di grana, il fondo della pera, la sfoglia piatta di grana e laparte superiore della pera.

 

 

Terza coppia: CHEVRE E MIRTILLI

 Creme brulée allo chevre con mirtilli

Frullare la panna con il latte, il formaggio, i tuorli e lo zucchero semolato; profumare la crema ottenuta con la scorza grattugiata dell’arancia, quindi unire alla crema i semi del baccello di vaniglia. Cuocere la crema a bagnomaria, mescolando, fino a quando non inizia a bollire; toglierla dal fuoco. Dividere i mirtilli in 4 stampini, suddividere sopra a questi la crema, cuocere le creme bruléein forno a 150° a bagnomaria per 40 minuti circa. Poi farle raffreddare e cospagerle con lo zucchero di canna; passare sotto al grill in modo che caramellino.

 

 

 

Quarta coppia: MELONE E BLEU

 Melone con spiedini di bleu e speck

Tagliare il melone in 4 spicchi, togliere da questo la buccia e i semi; tagliare il formaggio a cubetti e alternare su degli spiedini (8) un cubetto di questo con una fetta di speck leggermente arrotolata. Stemperare il miele con l’aceto e il succo del limone, quindi aggiungere al composto menta e maggiorana tritate e una grattata di pepe. Distruibuire un pochino si salsa nei piatti, quindi mettere una fetta di melone e aggiungere 2 spiedini al formaggio e speck.

 

 

 

Quinta coppia ed ultimo successo: PHILADELPHIA E AMARENE SCIROPPATE

 Cheesecake all’amarena

Per la base della cheesecake tritare i biscotti con le mandorle, amalgamare il burro fuso e frullare per altri 2 minuti. Con il composto ottenuto foderare il fondo di una tortiera imburrata da 22 cm. Nel frattempo frullare il formaggio con la panna, i tuorli delle uova, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone. Raschiare i semi del baccello di vaniglia e incorporarli alla crema di formaggio insieme anche agli albumi montati a neve ferma e 100 gr di amarene sciroppate. Versare la crema di formaggio sulla base della cheesecake e cuocere in forno per circa un’ora a 160°. Servire infine questa cheesecake coperta con le amarene sciroppate (e il loro succo) rimaste.

in: La nostra cucina
04 agosto 2012
di silvia