Aggiungere un filo di olio e il gioco è fatto

 

Dolce o amarognolo, verde o dorato, delicato o robusto, l’extravergine si propone in molteplici sfumature. A seconda della zona di produzione, l’olio assume profumi e sapori diversi.

 

Liguria: in questa regione, che si affaccia sul mare, si produce un olio dolce e delicato; queste sue caratteristiche lo rendono un ingrediente ottimo sia per le fritture che per le salse, sia per insalate che per piatti di pesce e per l’utilizzo anche nel campo della pasticceria;

Campania: qui l’olio ha un sapore più intenso e fruttato, ottimo da consumarsi con le bruschette, le verdure nelle varianti cruda e cotta, antipasti di mare, primi a base di verdure e pesce, in alcuni casi anche con i formaggi;

Garda: sulle rive del Lago di Garda (nelle zone dalla Lombardia al Veneto, fino al Trentino Alto Adige) l’olio ha un gusto leggero, viene prodotto in piccole quantità da produttori situati lungo appezzamenti scoscesi intorno al lago; ottimo da usare insieme al riso, al pesce, nelle fritture e come condimento alle verdure;

Toscana: l’olio per eccellenza, il più famoso e rinomato tra le produzione italiane, ha un gusto delicato se prodotto lungo la costa al nord, più robusto invece lungo le coste scendendo verso il sud; utilizzato nelle zuppe di legume e cereali e sulle carni rossi, il suo sapore viene esaltato maggiormente;

Umbria: nella zona del centro Italia l’olio ha un colore verde acceso, un sapore decisamente molto fruttato e un odore erbaceo; ottimo consumato crudo sia su carne alla griglia che bruschette e verdure, di conseguenza nei primi e nei secondi a base di questi.

 

 

Tortino di zucchine

Tagliare a rondelle le zucchine e farle rosolare in padella con del burro.
Mettere a frullare le mandorle intere con la fontina grattugiata, un uovo e un tuorlo. Poi aggiungere una parte delle zucchine trifolate. Rivestire il fondo di uno stampino imburrato, con le restanti zucchine, mentre, sulle pareti, posizionare le lamelle di mandorla.
Ammorbidire il pane nel latte e, con un ring, formare un disco.
Versare il composto frullato nello stampino e ricoprire con il disco di pane. Infornare a 200° per circa un quarto d’ora.
Servire il tortino di zucchine con della panna acida e delle foglie di mentuccia.

 

 

 

Insalata di polpo e patate

Portare ad ebollizione abbondante acqua con la foglia di alloro, le verdure ed un cucchiaio di aceto. Rovesciare la sacca del polpo ed eliminare le interiora. Rigirarla, togliere gli occhi e, con un coltellino, eliminare il becco. Lavarlo bene sotto l’acqua corrente. Batterlo ripetutamente su un piano (per questa operazione potete usare un batticarne) per sfibrare la carne. Quando l’acqua bolle, tenendo il polpo per il corpo, immergere i tentacoli nell’acqua e sollevarli. Ripetere l’operazione 4 o 5 volte. Così facendo i tentacoli si arricceranno e, una volta cotto, risulterà più morbido. Immergere il polpo nell’acqua e abbassare il fuoco al minimo,  … (continua)

 

 

 

Straccetti con la rucola

Versate abbondante olio in un tegame largo e mettetelo sul fuoco. Unite la carne tagliata prima a fette molto sottili, poi  a listarelle, aggiungete il pepe e fate cuocere per 5-10 minuti circa. Aggiungete la rucola lavata e tagliata 1 minuto prima di togliere dal fuoco e regolate di sale. Servite subito gli straccetti con la rucola e se volete spolverizzateli con scaglie di parmigiano reggiano.

in: La nostra cucina
16 Luglio 2012
di alessio