Acqua & Idratazione: le quantità cambiano tra uomo e donna

Bere molto è la prima regola in assoluto che tutti i medici consigliano per restare in piena salute; bere è importante per reintegrare nel nostro organismo tutti i sali minerali che si perdono durante la sudorazione, azione molto importante perché regola la temperatura corporea. Anche se il consiglio è sempre quello di non stare sotto al litro e mezzo di acqua al giorno, questo valore può cambiare quando si parla di uomini e donne.

Le donne rispetto agli uomini necessitano di un’idratazione differente, il valore X che sempre si legge non è propriamente adatto ad un individuo di sesso femminile, e questo però la donna ha dei livelli di estrogeni e progesterone diversi che hanno un differente impatto sulla corretta idratazione. Successivamente ad uno studio condotto dalla nutrizionista e fisiologa Stacy Sims, è emerso come le donne durante un allenamento hanno maggiori possibilità di avere problemi gastrointestinali e maggiori probabilità di soffrire di colpi di calore.

I motivi che inoltre influiscono sull‘idratazione del fisico femminile, e che quindi obbligano le donne a bere più degli uomini, sono legati anche ad altri fattori quali in primis la fase mestruale durante la quale si perde circa a l’8% dell’acqua presente nel sangue e all’utilizzo della pillola o altri anticoncezionali che aumentano di molto questo valore. Un altro motivo per cui per le donne è meglio avere un’idratazione migliore rispetto agli uomini è legata al maggior bisogno di sodio e potassio; prima di un allenamento in palestra per le donne è consigliabile idratarsi bene sia prima che dopo, non necessariamente durante l’attività a meno che non si abbiano bassi livelli di acqua nel corpo.

in: Salute e Benessere
15 Settembre 2014
di silvia