Aceto, ad ognuno il proprio compito

Usati spesso a scopo curativo, i vari tipi di aceto vanno sostituiti per un mese intero al posto della sale per ottenere i migliori risultati: l’aceto conserva in se tante proprietà benefiche, ciascuna adatta a raggiungere un preciso obiettivo.

Una lista dei più conosciuti, e facili da reperire, aceti distillati a partire da frutta e cereali che possono essere usati a scopo curativo e per insaporire i cibi come sostituti di olio e sale.

– per dimagrire: aceto di cocco, è tonico e digestivo, viene prodotto dalla linfa della palma da cocco;

– per favorire la diuresi: aceto di ribes, diluito in acqua, è indicato di in caso di inappetenza e stanchezza;

– per rinforzare le ossa: aceto di miele, ottenuto dalla fermentazione del miele addizionato con acqua, è adatto per ripristinare la flora batterica intestinale e ripulisce il sangue, è rimineralizzante e favorisce l’assunzione dei principi attivi in esso contenuti;

– per sgonfiare l’intestino: aceto balsamico, disinfetta le vie respiratorie e rende digeribili i cibi, riduce le fermentazioni intestinali ed i gonfiori;

– per aiutare i reni e lo stomaco: aceto di mele, diuretico digestivo e disinfettante, regola le attività metaboliche e drena i liquidi;

– per proteggere la circolazione e le gengive: aceto di lamponi, ricco di sali minerali, protegge la circolazione purifica il sangue, è vitaminizzante e antinfiammatorio.

in: Salute e Benessere
23 luglio 2014
di silvia