7 consigli per organizzare il pranzo di Natale senza sprechi

Se il pranzo di Natale è importante, allo stesso modo è anche importante prevedere che ci sia il minor quantitativo possibile di sprechi alimentare. I cibi non devono finire nella spazzatura, per questo è bene fare attenzione ad ogni particolare.

Direttamente da “Detto Fatto“, il programma delle 14:00 di Rai2 condotto da Caterina Balivo, le esperte di economia domenica Titty & Flavia scrivono una lista di regole per limitare al massimo gli sprechi. Apparentemente alcuni punti possono risultare davvero scontati, ma poi spesso nell’agitazione pre-Natale ad alcune cose non si pensa proprio.

1. Fate la lista della spesa ogni volta con un’attenta pianificazione di ciò che è davvero necessario ed evitate di cadere nella trappola delle offerte 3X2.

2. Controllate le date di scadenza, così da poter utilizzare anche nei giorni successivi la parte di ingredienti (salmone, mostarde, mascarpone,ecc.) non consumati.

3. Preparate dei piatti utilizzando anche quello che è già in dispensa, così da non spendere troppo per comperare altro (lasciando magari scadere quello che è già a portata di mano).

4. Prevedete porzioni non eccessive, soprattutto per i bambini che spesso le lasciano nel piatto. Ottimale sarebbe calcolare 80gr. di pasta a testa per gli adulti, 50 per i bambini; tanto più che nel menù ci saranno tante altre portate.

5. Consumate gli avanzi il giorno dopo, ispirandovi alle tante ricette di recupero che si trovano nei siti di cucina online. È anche un’occasione per ampliare l’orizzonte scoprendo o inventando nuovi piatti.

6. Congelate i cibi non consumati, dividendoli già in piccole porzioni (così bando anche agli sprechi post natalizi)

7. Fate la raccolta differenziata perché gli scarti alimentari possono diventare concime.

8. Per le decorazioni della casa e della tavola non occorre spendere troppo se si utilizzano bicchieri spaiati come portacandele; zuppiere come centrotavola; candelabri misti con palline natalizie al posto delle candele; barattoli della mostarda o delle olive riempiti di palline di Natale.

9. Profumate la casa con la fragranza home made: mettere in una pentola piena d’acqua 2 fette di arancia o limone, aggiungere 10 chiodi di garofano, 1 stecca di cannella, 5 di anice stellato, una manciata di mirtilli rossi e 1 cucchiaino di noce moscata. Fate bollire piano e per tutta la casa ecco sprigionarsi un vapore profumato di fragranza natalizia.

10. Indossate un abito che renderete attuale e “come nuovo” utilizzando degli accessori up to date.

in: Scuola di cucina
16 Dicembre 2015
di silvia