2016, la prossima festa è l’Epifania: come riempire al meglio la calza

Appesa alla finestra o al camino, appoggiata sul divano o attaccata ad un cassetto: ovunque decidiate di posizionare la vostra calza, il desiderio è quello che venga riempita di ogni genere di dolce, dalle caramelle al cioccolato.

Ci sono tantissimi prodotti con cui si può riempire la calza nel giorno dell’Epifania, molti dei quali confezionati appositamente per festeggiare l’ultima festa di questo periodo (per questo motivo il detto “L’Epifania che tutte le feste porta via”).

Andando con ordine, il primo dolce che si legato all’Epifania è il tanto temuto carbone; per i bambini è un po’ in incubo perché equivale ad una piccola punizione, ma grazie al fatto che è dolce e quindi commestibile e che si trova in varie colorazioni oltre al nero, diventa comunque qualcosa di buono da mangiare. Per rimanere in tema, potete acquistare anche il carbone vegetale e con questo preparare prodotti da forno (come ad esempio biscotti, brioches, pane o pasta).

Per i dolci preparati ad hoc per questa festa, quest’anno 2016 troviamo: i tartufini di Paolo Brunelli (Senigallia) fatti di cioccolato panna e burro con cacao e zucchero, la tavolette di cioccolato fior di sale latte e mandarino confezionata da Venchi, i piccoli torroncini “Numeri” dell’Antica Torroneria Piemontese disponibili in diversi gusti, le classiche e molto amate scorrette di arancia ricoperte di cioccolato,  la cioccolata in tazza di Sabadì di Modica sotto forma di bastoncino, i morbidi golosi marshmallows colorati, le classiche monete di cioccolato.

Di buon auspicio per l’anno nuovo delle bustine di te alle spezie o alla frutta, per gli amanti dei dolci di Sal De Riso sul suo sito è possibile acquistare la Focaccia della Befana a base di mele cannella uvetta arance fichi e noci.

La lista può continuare ancora e ancora, le soluzioni sono davvero infinite, l’importante però è che tutte rispettino una sola regola: che siano dolci!

in: Notizie Dal Mondo
01 Gennaio 2016
di silvia