2015, cosa conservare di buono per il nuovo anno

Siamo ormai allo scadere di questo 2015 e come sempre si tirano le somme di questi 12 mesi: buone notizie per tutti coloro che sono attenti alla salute a partire dall’alimentazione, ecco cosa conservare di buono da questo anno che giunge al termine.

Le scelte giuste a tavola fanno bene, molto più di quanto in realtà si pensi. Anche durante quest’anno i ricercatori di tutto il mondo si sono concentrati sul trovare il bene e il male di ogni cibo. Ecco quali sono le cose più positive da conservare anche per l’anno nuovo.

Per combattere la depressione meglio puntare su frutta e verdura. Dopo che il 2015 si è rivelato essere un anno terribile per carne, il suo consumo è diminuito in modo notevole. Per questo motivo frutta e verdura, che si sa da sempre fanno bene più di qualunque altro alimento, sono tornate “alla ribalta”: Per gli autori di uno studio apparso a settembre su BMC Medicine, mangiare frutta e verdura, legumi e noci può prevenire l’insorgenza della malattia mentale più diffusa.

Al secondo posto troviamo il cancro al seno, uno dei tumori più diffusi che però può essere contrastato con l’olio extravergine. Uno studio pubblicato nel mese di novembre su JAMA Internal medicine ha evidenziato come la dieta mediterranea e un buon consumo di olio extravergine d’oliva siano associati a un rischio molto più basso di cancro al seno.

Il piccante allunga la vita. Non è la prima volta che lo si sente dire, quella legata al piccante è una teoria che circola da parecchi anni, ma come molti credono non è una fantasia. Il rischio di morte di coloro che mangiano piccante è più basso di circa il 14%. Importante, non confondere il cibo speziato con il cibo piccante: l’alimento adatto allo scopo scritto qui sopra è solo il peperoncino fresco, perché si è rivelato quello che maggiormente riesce a diminuire i rischi di morte per cancro, malattie ischemiche e diabete.

Per dimagrire ci vuole un’alimentazione ricca di fibre: la dose ideale è pari a 30g al giorno, in modo da riuscire a perdere in una sola mossa i kg di troppo. Un’alimentazione ricca di fibre, è stato dimostrato di è in grado di essere una strategia efficace per perdere peso, quindi è ben arricchire la dieta con verdure e legumi, cereali e frutta secca.

Ultimo grande problema da affrontare è quello dell’obesità: indifferentemente adulti o bambini, il problema legato all’eccessivo soprappeso è da prendere in grande considerazione. La soluzione non è assolutamente digiunare di giorno, ma un recente studio che risale ad aprirle ha evidenziato come possa avere degli effetti molto positivi il fatto di allungare il digiuno notturno: concentrare i pasti in una fascia più ristretta di ore nel corso della giornata. A quanto pare però concentrare i pasti nell’arco di 8-9 ore aiuta anche a ridurre il rischio di tumore al seno riducendo i livelli di glucosio nel sangue

in: Salute e Benessere
16 dicembre 2015
di silvia