I 10 Top Chef Italiani, ecco chi fattura di più

La cucina Italiana, o forse meglio dire in questo caso la cucina in generale, se fatta ad alto livello e con un grande spirito di ricerca alla base, può portare non solo una grande notorietà nel mondo ma anche un importante giro d’affari. Per raggiungere gli ambiti riconoscimenti delle stelle Michelin è importante rispettare alcuni canoni e alcune regole nella cucina, nella scelta delle materie prime, nella creatività dei piatti e nella ricerca di qualcosa di nuovo e originale.

Una volta che il ristorante è riuscito a portare a casa uno di questi titoli le cose cambiano, il discorso della buona cucina si trasforma anche in un discorso economico. Mediamente, in Italia, una stella Michelin porta a fatturare circa 708,2 mila euro all’anno (con un balzo del 53,2% nei ricavi tra prima e dopo l’ottenimento della prima stella), che diventano 1,12 milioni per i ristoranti a due stelle (i quali fatturano circa il 18,7% in più rispetto a quando ne avevano una) e 1,54 milioni per quelli a tre (il cui incremento di fatturato nel passaggio da due a tre stelle è del 25,6%).

Detto questo, è stato facile per società come determinare quali sono i 10 chef già ricchi in Italia.

10. Moreno Cedroni 2,6 milioni di fatturato

9. Enrico Bartolini 2,7 milioni

8. Niko Romito 3,7 milioni di euro

7. Massimo Bottura 4, 9 milioni

6. Antonino Cannavacciuolo 5,2 milioni

5. Andrea Berton 5,4 milioni

4. Giancarlo Perbellini 6 milioni

3. Carlo Cracco 7,5 milioni

2. Famiglia Alajmo 11 milioni di fatturato

1. L’Azienda Da Vittorio Srl con oltre 15 milioni di fatturato (con l’omonimo ristorante 3 stelle Michelin a Brusaporto (Bergamo)

in: Notizie Dal Mondo
30 giugno 2017
di silvia